• Tesseramenti stagione 2018/2019

A noi non piace parlare di queste cose ma purtroppo per dovere di cronaca bisogna. Ci sarebbe piaciuto parlare solo di calcio,come al solito,ma per i fatti accaduti ci è impossibile. La partita è iniziata già alle 19 nei pressi di San Siro e non in campo come dovrebbe,tra tafferugli e scontri armati ci ha rimesso la pelle un tifoso nerazzurro,ma non staremo lì a soffermarci come molte emittenti televisivi a condannarlo come un poco di buono. Stare zitti certe volte è più rispettoso che parlare perché oltre a essere un tifoso come tutti è anche un padre di famiglia.

Atteggiamenti come questi bisognerebbe evitarli come alcuni cori sentiti allo Stadio sul calciatore del Napoli,Koulibaly. Con il 2019 ormai alle porte bisognerebbe avere una maturità tale da evitarli questi problemi di cui non vorrei soffermarmi visto che ormai avete sentito dappertutto cosa è successo e come lo hanno raccontato. È comunque inaccettabile parlare di razzismo visto il nostro nome e la nostra storia che raccontano di una squadra "Internazionale". L'unico appunto è la strumentalizzazione dei mezzi di comunicazione in cui si accaniscono sul tifo nerazzurro dipingendoci come violenti e razzisti cosa non vera.

Detto ciò veniamo alla partita: Al Meazza scontro di alta classifica nella notte di Santo Stefano. I nerazzurri se la vedranno contro i partenopei, che con un passo falso potrebbero già vedersi scappare un obiettivo concreto come lo scudetto visto il passo della Juventus.

PRIMO TEMPO: Tutto è pronto per l'inizio della partita. I nerazzurri sembrano partire molto carichi,ed al fischio d'inizio si può già notare: pronti via tiro da metacampo di Icardi che cerca di sorprendere Meret colpendo la traversa, San Siro stava già per esultare un gol che sarebbe passato alla storia. Sulle ali dell'entusiasmo ecco che l'Inter non guarda in faccia a nessuno continuando ad attaccare un Napoli intimorito data anche l uscita del capitano Hamsik dopo pochi minuti. Le occasioni arrivano prima Politano al volo poi Icardi che si vede respingere un altro tiro sulla linea da KK. L'unica occasione azzurra è scritta con il nome dello sgugnizzo napoletano che cerca di sorprendere Handanovic con un grande destro. Si va al riposo con i primi 45 minuti molto intensi e vivaci da vedere.

SECONDO TEMPO: Si torna in campo con un Napoli molto più aggressivo,che vuole questa vittoria, mentre con i nerazzurri che cominciano a sentire la stanchezza,e si vede. Il Napoli comincia a tirare come può prima con Milik,poi con il grande tiro di Callejon. Dopo ciò ecco la svolta: Politano passa Koulibaly che lo stende. Innervosito,ormai giustamente stizzito da fischi, applaude Mazzoleni che lo butta sotto la doccia. L'uscita dal campo è vergognosa da parte nostra visto i fischi che accompagnano il difensore senegalese fuori dal campo. E di questo se ne accorgono i due giocatori simbolo del momento Icardi e Asamoah che  vanno subito a tranquillizzarlo. L'Inter sa che può vincere ora e Spalletti butta dentro chi può prima la pantera nera per poi il Toro. Ma proprio sull entusiasmo nerazzurro ecco che si rischia il crollo con Asamoah che si immola sulla linea di porta. Ed ecco la giocata dei jolly: Colpo d'esterno di Keita velo di Vecino e gol del Toro. I cambi di Spalletti colpiscono e regalano la vittoria ai nerazzurri.

San Siro è esploso di gioia ma neanche il tempo di godersela che gli emittenti televisivi la oscurano preferendegli la strage e per i non presenti al Meazza realizzano quanto è successo. Ci dispiace non poter festeggiare in pieno la vittoria per colpa di 4 deficienti che allo stadio e fuori hanno rovinato la nostra passione.

Nicolas e Maicol

Inter Club Val di Matt

Inter Club Val di Matt: chi siamo, la nostra storia

Chi siamo

Inter Club Val di Matt

Tesseramenti Inter Club 2017/2018

Iscrizione

Inter Club Val di Matt

Dove siamo e contatti

Contatti

Foto Inter Club Val di Matt

Tutte le nostre foto più belle

Gallery