Un’emozione indescrivibile! L’Inter vince una partita pazzesca e si qualifica per la prossima Champions League. Dopo aver giocato in modo mediocre per oltre settanta minuti, i nerazzurri capitalizzano nel finale di match con Icardi e Vecino che regala al mondo interista una notte indimenticabile.

 

L’Inter naufraga nell’ultima partita interna della stagione. I neroverdi di Iachini vincono meritatamente contro una squadra nerazzurra sottotono. La compagine di Spalletti non riesce ad incidere e subisce le ripartenze letali del Sassuolo. Se la Lazio oggi batte il Crotone di Walter Zenga, è meritatamente e matematicamente qualificata per la prossima Champions League. Per l’Inter solo tanti rimpianti.

 

La squadra di Spalletti domina il match contro l’Udinese e conquista tre punti indispensabili per continuare a sognare il quarto posto in classifica. Una gara a senso unico che, l’Inter comanda dall’inizio alla fine, senza sbavature. La squadra gioca con grinta ed entusiasmo, caratteristiche fondamentali per continuare a perseguire un obiettivo complicato ma non impossibile.

 

Un risultato bugiardo, frutto di errori arbitrali e di sfortuna. L’Inter perde immeritatamente contro una Juventus sottotono. La partita è stata pesantemente condizionata dall’operato di Orsato non certo favorevole alla nostra Inter. I nerazzurri, dopo essere passati in svantaggio, subiscono l’ingiusta espulsione di Vecino al 18’ del primo tempo. Una mazzata decisiva che, inevitabilmente, condiziona l’intero match.

 

I nerazzurri conquistano tre punti fondamentali per continuare a sperare in un piazzamento per la prossima Champions League. L’Inter dopo un primo tempo sottotono, segna due gol nella ripresa. Nei minuti finali di match soffre più del dovuto e, per poco, non subisce la rimonta del Chievo.

 

La nostra Inter torna alla vittoria nel match casalingo contro i rossoblu di Lopez. Una gara dominata dai nerazzurri che segnano quattro gol e sprecano altrettante nitide occasioni. Il Cagliari gioca una partita difensiva e non si rende mai pericoloso in attacco. I nerazzurri tornano al successo dopo due pareggi ed una sconfitta. Quelli conquistati contro il Cagliari sono tre punti fondamentali, indispensabili per continuare a sognare il quarto posto in classifica.

 

L’Inter non va oltre lo zero a zero a Bergamo contro l’Atalanta. La squadra di Gasperini gioca un buon primo tempo e crea tante occasioni da gol con il giovane Barrow. Nella ripresa la compagine di casa crolla fisicamente ma l’Inter non riesce ad insaccare il pallone in rete e si accontenta di tornare a Milano con un punto, bottino assai scarno per chi ambisce al quarto posto in classifica.

 

L’Inter domina ma esce battuta dalla trasferta di Torino contro i granata. Una sconfitta pesantissima sia per la classifica sia perché la squadra meritava certamente maggiore fortuna. Zero punti che pesano e peseranno terribilmente nel proseguo della stagione della nostra Inter. Una partita dominata in lungo ed in largo dai nerazzurri che hanno giocato una delle loro migliori gare in questa stagione. La fortuna ha premiato il Torino autore di un match squallido. L’unico merito della compagine di casa è quello di non aver subito gol.

 

Il derby di Milano finisce in parità. Uno zero a zero che scontenta tutti, rossoneri e nerazzurri. L’Inter non riesce a scavalcare la Roma in classifica: rimane al quarto posto a più due punti sulla Lazio. La squadra di Spalletti gioca bene e sicuramente avrebbe meritato una maggior fortuna sulle occasioni colossali di Icardi che si divora due gol a porta vuota.

 

L’Inter batte tre a zero l’Hellas Verona e difende il provvisorio quarto posto in classifica. I nerazzurri giocano bene e passano subito in vantaggio con Mauro Icardi. La squadra domina e raddoppia con Perisic al 13’. Nella ripresa è sempre il capitano nerazzurro a fissare il risultato sul tre a zero.

Condividi